Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

TESTO A FRONTE. Teoria e pratica della traduzione, n. 58 – I semestre 2018, dir. F. Buffoni-P. Giovannetti-P. Proietti- G. Puglisi, Milano, Marcos Y Marcos, pp. 154, € 25,00.

Apre questo numero un breve editoriale di Tim Parks Gained in translation sui meriti delle traduzioni e sul falso mito della loro soggettività e conseguente indiscutibilità, seguito da Spigolature traduttive (nel senso di traduttologiche) di Flavio Santi su Steinbeck e Joyce, una micronota di Mikaël Gómez Guthart su Lin Shu, autore del “Chisciotte”, due riflessioni sul valore del tradurre, con case-studies, di Inger Christensen Sono tutte parole e La seta, lo spazio, la lingua, il cuore, tradotte a loro volta dal danese, la prima traduzione italiana di due prose in inglese di Amelia Rosselli (a cura di Elena Carletti), una miniantologia di poesia neozelandese di Francesca Benocci, quindi traduzioni poetiche di Pietro Federico dall’inglese di Martha Serpas e di Simone Maria Bonin dallo spagnolo del peruviano Nilton Santiago. Chiude l’abituale Quaderno di traduzioni, una recensione e una nutrita serie di utili Segnalazioni. [F. Stella]          




Kamen’. Rivista di poesia e di filosofia. N.51 Giugno 2017, anno XXVI, Libreria Ticinum Editore, Voghera. Sede: Viale Vittorio Veneto 23, 26845, Codogno. Contatti: 0377 30709. Direttore responsabile Amedeo Anelli, prezzo € 10,00, pp. 120.  

Questo numero della Rivista si apre con la sezione Letteratura e Giornalismo dedicata a Dino Terra (1903-1995), pseudonimo di Armando Simonetti, giornalista, saggista e critico d’arte di respiro europeo. La sezione Materiali, curata da Mariapia Frigerio, è riservata all’indimenticabile Paolo Poli, di cui vengono riprodotti anche alcuni brevi testi teatrali. La sezione Poesia ospita un’antologia di Paolo Febbraro, autore e collaboratore di numerose iniziative dedicate al mondo della poesia, dall’ «Annuario», che ha diretto dal 2006 al 2012, ai contributi per il domenicale del Sole 24, fino ai volumi dedicati a Saba, Levi, Heaney. La selezione dei testi presentati, scelti dal poeta stesso, contiene editi e inediti. Nella poesia di Febbraro si mescolano suggestioni diverse, da quelle caproniane («Fuma il fucile, ha un cacciatore in spalla / e fischiettando scende la salita», Ordine sparso) a quelle filosofiche (Tempo reale); come rileva Simone Zafferani nella nota postfatoria, emerge l’amore per l’Irlanda, nutrito anche da motivi autobiografici, come nell’inedita Al vento («Amore io ti prometto/ che se fossi al vento / della baia di Dublino, / adesso, in gennaio, / non avrei freddo» e un interesse forte per alcune figure che hanno sostanziato la nostra letteratura: «(…) nel mortorio / dei giorni stare sospesi, dannandosi / al vero infinito del desiato riso», Paolo Malatesta (a parte, di Francesca).        




Kamen’. Rivista di poesia e di filosofia. N.52 Gennaio 2018, anno XXVII, Libreria Ticinum Editore, Voghera. Sede: Viale Vittorio Veneto 23, 26845, Codogno. Contatti: 0377 30709. Direttore responsabile Amedeo Anelli, prezzo € 10,00, pp. 145.  

La Rivista si apre con la sezione Filosofia dedicata a Dino Formaggio. Per la sezione poetica si leggono poesie di Nikolaj S. Gumilëv tradotte e curate da Amedeo Anelli. Il poeta russo, nato nel 1886, ha perfezionato la sua formazione in Francia compiendo poi numerosi viaggi in Italia e in Africa. Con Anna Achmatova (sua moglie) e Osip Mandel’štam fu tra i promotori del movimento acmeista, che tentava il superamento del simbolismo attraverso la cura formale del verso e una maggiore aderenza al reale. Ingiustamente accusato di un complotto monarchico, fu giustiziato nel 1921.Tutte le poesie sono corredate dal testo russo a fronte. «Nel giorno in cui il mondo fu creato / quando Dio vi volgeva il suo sguardo, / con la parola fermavano il sole, / con la parola distruggevano le città. (…) Ma dimenticammo che numinosa / è solo la parola, tra le ansie terrene, / e nel Vangelo di Giovanni / è detto che la parola è Dio. Noi le imponemmo i limiti / insufficienti della Natura / e come le api in un alveare deserto, / male odorano le morte parole.». (La parola). In calce all’antologia poetica è riprodotto, in traduzione italiana, il testo L’eredità del Simbolismo e l’Acmeismo che l’autore pubblicò sulla rivista «Apollon» n. 1 gennaio 1913. La sezione Letteratura e giornalismo, curata da Sara Calderoni, è dedicata ad Albert Camus.        




Kamen’. Rivista di poesia e di filosofia. N.53 Giugno 2018, anno XXVII, Libreria Ticinum Editore, Voghera. Sede: Viale Vittorio Veneto 23, 26845, Codogno. Contatti: 0377 30709. Direttore responsabile Amedeo Anelli, prezzo € 10,00, pp. 145.  

La Rivista si apre con la sezione filosofica, che ospita due saggi - uno su Bergson e uno su Einstein - di Angelo Genovesi, alla cui memoria il numero è dedicato. La sezione Letteratura e giornalismo, curata dal Direttore Amedeo Anelli, è dedicata a Majakovskij. La sezione Poesia presenta liriche di Lidija Vukcˇ evic´ dalla raccolta L’abbraccio della lingua (Zagrljaj jezika, CDNK, 2011) ed è stata curata dalla poetessa slava insieme a Milica Marinovic´. Filologa di formazione, Lidija Vukcˇ evic´ ha studiato a Zagabria e si è perfezionata in Francia (esperienza che pare aver segnato profondamente il suo modus sentiendi con forti suggestioni simboliste); ha insegnato a Grenoble e a Milano. Nei testi qui pubblicati si avverte la costante urgenza metapoetica che, se a volte sembra sostanziata da tocchi ingenui, perviene comunque a una sua disarmante sincerità: «Al posto della Prefazione. Perché non scriviamo poesia. Tesi: (…) 5. Perché si pensa che dalla poesia non si può imparare nulla. (…) 7. Perché scompare la razza che capisce o canta il sublime. (…) 9. Perché ogni piccolo borghese che è in noi odia i poeti. (…) 12. Perché siamo iconoclasti ed empi. Antitesi. (…) 3. Perché solo tramite la poesia diventiamo letterari nobili. 5. Perché la poesia è essenza e resistenza. (…) 7. Perché la razza poetica è più pericolosa di tutti i rivoluzionari. (…) 11. Perché i poeti nati sanno che la poesia spiega e cambia il mondo. 12. Perché solo la poesia è primordiale religione dello spirito. Sintesi (…) 2. Perché la poesia unisce le impossibilità. (…) 4. Perché la poesia crea anche quando distrugge (…). 7. Perché nessuno, nemmeno il poeta, teme la poesia.(…) 11. Perché per i poeti agire vuol dire cambiare il mondo con la poesia. 12. Perché solo lo spirito della poesia apre la porta della fede.».          




Anterem. Rivista di ricerca letteraria, a. XLIII, n. 96, giugno 2018. Direttore Flavio Ermini, direzione e redazione: via Zambelli 15, 37121 Verona. direzione@anteremedizioni.it. pp. 95, prezzo € 20,00.

Questo numero, intitolato Oltre le apparenze, esplora un tema molto sentito dalla Redazione della Rvista, sempre protesa a esplorare e riconoscere i momenti in cui l’infinito si invera nell’arte. L’esergo di copertina («Dove si vede l’invisibile, là si crea l’increato») è di Niccolò Cusano, il filosofo della riflessione tra finito e infinito (uomo e Dio) e della speculazione sui limiti imposti alla conoscenza immanente. L’editoriale, come sempre curato dal Direttore Flavio Ermini, riporta il tema dell’apparenza alla poesia, che nella sua interpretazione è anche scavo profondo nell’ancestrale, ricerca dell’origine, sia pur magmatica, attraverso la parola che, fuori dal tempo, possa attingere l’infinito. Emergono con una certa rilevanza l’avversione per qualsiasi fideistica modernolatria e la necessità di scavare (nel profondo, all’indietro) per ricongiungere in un tutto i lacerti - anche verbali - della realtà disgregata. Numerosi gli autori antologizzati nel numero, tra i poeti Paul Valéry (trad. Adriano Marchetti), Flavio Ermini, Arsenij Tarkovskij (trad. Gario Zappi), Benjamin Fondane (trad. Domenico Brancale), Giorgio Bonacini, Christian Hubin (trad. Margherita Orsino), Laura Caccia, Lyndon Davies (trad. Claudia Azzolla).          




QdR6 Didattica e Letteratura. Per leggere i classici del Novecento, a cura di Francesca Latini e Simone Giusti, Loescher Editore, Torino, 2017. Pp. 547, € 19,90.  

Il QdR dedicato ai classici del Novecento offre al lettore, e non solo all’insegnante (a cui è specificamente dedicata la postfazione firmata da Simone Giusti), molti spunti di riflessione; Francesca Latini, nelle ricche pagine introduttive, chiarisce lo spirito che anima il volume e perciò si sofferma sull’approccio esegetico utilizzato nei vari contributi, mettendone in evidenza le tipologie: lettura interpretativa, commento, lectiones, commento puro, strumenti da modulare sulla base del rapporto più o meno vassallatico dell’interprete col testo. Vari sono i problemi dell’interpretazione testuale, compresa la mise en page delle note, la collocazione dell’analisi metrica o degli elementi peritestuali (il titolo, la raccolta) all’interno del commento; così questa raccolta esemplifica, attraverso le soluzioni adottate nei saggi, quelle più persuasive e fruibili. Punto fermo ormai di ogni operazione ermeneutica è una certa flessibilità nell’uso del mezzo critico, da scegliere sulla base del testo e non a priori (studio del contesto storico, analisi diacronica, varianti, uso delle fonti, collocamento nella produzione autoriale, etc.). La selezione di autori antologizzati, pur molto rappresentativa (e con qualche felice inclusione come Antonia Pozzi o Francesco Guccini), si mantiene lontano dalla proposta di un “canone didattico”. L’elemento organante del volume è costituito, come già detto, dagli apparati ermeneutici, ma si potrebbe ugualmente osservare la confluenza dei testi, che la curatrice dichiara però involontaria, verso tre grandi filoni che percorrono la nostra letteratura nel secolo scorso: letteratura engagé e di denuncia sociale, letteratura esistenziale, riflessioni autoriali sul ruolo dell’intellettuale. Questi i poeti presenti nell’antologia: Guido Gozzano, Umbero Saba, Dino Campana, Clemente Rebora, Camillo Sbarbaro, Eugenio Montale, Giuseppe Ungaretti, Antonia Pozzi, Pier Paolo Pasolini, Attilio Bertolucci, Franco Fortini, Vittorio Sereni, Milo De Angelis, Francesco Guccini, Andrea Zanzotto, Alda Merini, Fabio Pusterla, Giovanni Raboni,
Valerio Magrelli.

¬ top of page


Iniziative
13 maggio 2022
Carteggio Ripellino-Holan su Semicerchio. Roma 13 maggio

10 maggio 2022
Recensibili 2022

26 ottobre 2021
Nuovo premio ai traduttori di "Semicerchio"

16 ottobre 2021
Immaginare Dante. Università di Siena, 21 ottobre

11 ottobre 2021
La Divina Commedia nelle lingue orientali

8 ottobre 2021
Dante: riletture e traduzioni in lingua romanza. Firenze, Institut Français

21 settembre 2021
HODOEPORICA al Festival "Voci lontane Voci sorelle"

27 agosto 2021
Recensibili 2021

11 giugno 2021
Laboratorio Poesia in prosa

4 giugno 2021
Antologie europee di poesia giovane

28 maggio 2021
De Francesco: Laboratorio di traduzione da poesia barocca

28 maggio 2021
Le riviste in tempo di pandemia

21 maggio 2021
Jhumpa Lahiri intervistata da Antonella Francini

11 maggio 2021
Hodoeporica. Presentazione di "Semicerchio" 63 su Youtube

7 maggio 2021
Jorie Graham a dialogo con la sua traduttrice italiana

23 aprile 2021
La poesia di Franco Buffoni in spagnolo

16 aprile 2021
Filologia della canzone: presentazione di "Like a Rolling Stone" di M.G. Mossa

22 marzo 2021
Scuola aperta di Semicerchio aprile-giugno 2021

28 dicembre 2020
Bandi per collaborazione con Semicerchio e Centro I Deug-Su

20 novembre 2020
Pietro Tripodo Traduttore: presentazione online di Semicerchio 62

19 giugno 2020
Poesia russa: incontro finale del Virtual Lab di Semicerchio

1 giugno 2020
Call for papers: Semicerchio 63 "Gli ospiti del caso"

28 maggio 2020
Seminario di Andrea Sirotti sulla nuova Dickinson

22 maggio 2020
Seminario di Antonella Francini su AMY HEMPEL e LAUREN GROFF

30 aprile 2020
Laboratori digitali della Scuola Semicerchio

28 aprile 2020
Progetto di Riscrittura creativa della lirica trobadorica

8 dicembre 2019
Semicerchio a "Più libri più liberi"

6 dicembre 2019
Laura Pugno alla Scuola di Semicerchio

5 dicembre 2019
Convegno Compalit a Siena

4 dicembre 2019
Addio a Giuseppe Bevilacqua

29 novembre 2019
Maurizio Maggiani alla Scuola di Semicerchio

8 novembre 2019
Laboratorio di poesia: Valerio Magrelli

12 ottobre 2019
Semicerchio e LinguaFranca al Salon de la Revue di Parigi

27 settembre 2019
Reading della Scuola di Scrittura

25 settembre 2019
Ultimi giorni iscrizioni al Corso di scrittura creativa

20 settembre 2019
Incontro con Jorie Graham per l'uscita di "fast" (Garzanti)

19 giugno 2019
Addio ad Armando Gnisci

31 maggio 2019
I'M SO TIRED OF FLORENCE: READING MINA LOY

12 aprile 2019
Incontro con Marco Di Pasquale

28 marzo 2019
Sconti sul doppio Semicerchio-Ecopoetica 2018

27 marzo 2019
Semicerchio al Convegno di Narrazioni Ecologiche-Firenze

24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398