Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

GHERASIMOS ZORAS, Risonanze italiane nel Mar Ionio, Vecchiarelli, Roma 2001, pp. 173, 15,00.

 

Nel XIX secolo i poeti greci che vivevano nelle isole Ionie (l’Eptaneso) nutrivano un grande interesse per la letteratura italiana. Esso era stato incoraggiato dai rapporti che, per motivi di carattere storico e culturale, si erano consolidati nei secoli tra la classe colta greca e l’Italia: basti pensare al dominio della Repubblica di Venezia sulle isole Ionie dal XVI secolo fino al Trattato di Campoformio del 1797 e che determinò l’imposizione dell’italiano come lingua ufficiale (nell’Eptaneso la lingua italiana continuò a essere parlata fino al 1851, anno in cui una legge decretò l’uso del greco). Gli stretti contatti dunque che l’Eptaneso manteneva con l’Occidente e l’Italia favorirono l’attività intellettuale soprattutto a Corfù, incrementando gli scambi culturali e lunghi soggiorni in Italia di intellettuali greci (e di italiani in Grecia) e contribuendo a far conoscere nel loro Paese gli autori della nostra tradizione letteraria (Dante, Petrarca, Tasso, Metastasio) ma anche i contemporanei (Manzoni, Leopardi). Dionìsios Solomòs (1798-1857), per esempio, nato a Zante e considerato il padre della poesia greca moderna, amico di Ugo Foscolo (nativo della stessa isola e di vent’anni più grande), visse tra il 1808 e il 1815 a Cremona per trasferirsi poi a Pavia dove s’iscrisse in Giurisprudenza e compose le sue prime liriche in italiano. A Corfù,  per contro, trovarono rifugio molti esuli politici italiani tra cui Gaetano Grassetti, Giuseppe Regaldi e, tra il 1849 e il 1854, Niccolò Tommaseo, che intrecciò intensi rapporti intellettuali e di amicizia con molti poeti e dotti dell’Eptaneso. Un tale fervore alimentò tra gli intellettuali ionii il desiderio di tradurre gli autori più significativi delle lettere italiane. L’attività traduttiva contribuì peraltro a far conoscere ancora di più ai poeti gli stilemi e le correnti della poesia italiana, tanto da subirne gli influssi nelle loro opere. Infatti, se per molti dei poeti ionii lo stile, il modello poetico da imitare era quello di Ugo Foscolo, non mancano i richiami a Dante, al Manzoni (soprattutto degli Inni Sacri) o a Leopardi.

Una panoramica interessante sulla letteratura italofona dell’Eptaneso è offerta dall’antologia poetica Risonanze italiane nel Mare Ionio. In essa si esamina la poesia degli autori greci più significativi vissuti nelle isole Ionie, individuando i fenomeni intertestuali che legano la poesia dell’Eptaneso a quella italiana, permettendoci di constatare il grado di interferenza e quale ruolo ha esercitato la poetica italiana nel percorso letterario degli autori presi in esame. Nella Prefazione Zoras riferisce gli eventi storici più importanti che si verificarono nelle Isole Ionie durante il XIX secolo, per passare poi all’analisi della presenza italiana sui letterati delle isole Ionie. L’antologia poetica si apre con alcune liriche, emblematiche, di Ugo Foscolo del quale sono presentate anche due epistole indirizzate al poeta Andreas Calvos. Seguono i poeti italofoni Mustoxìdis, Calvos (con alcune epistole indirizzate, a sua volta, al Foscolo), Marcoràn, Solomòs, De Roma, Tertzètis (in italiano Terzetti), Lascaràtos, Braila- Armènis, Tipàldos (in italiano Tipaldo), Martinèlis, Marzòkis. L’antologia è impreziosita dalle epistole scritte in italiano che Mustoxìdis, Emilio e Giulio Tipaldo, Valaorìtis, Tertzètis, Solomòs e altri poeti dell’Eptaneso inviavano in Italia a Niccolò Tommaseo. Risonanze italiane nel Mare Ionio offre pertanto molti spunti per ulteriori ricerche e studi ed è un contributo fondamentale agli studi di comparatistica greco-italiana.

Per concludere, il volume è il primo della Collana ‘Italo-Hellenica’ per i tipi dell’editore Vecchiarelli. Come si precisa nella Presentazione della collana di cui Zoras (professore ordinario di Letteratura italiana presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Italiana e Spagnola dell’Università di Atene) è il direttore, con essa si intendono «segnalare alcune delle radici culturali comuni e delle reciproche influenze che hanno determinato lo sviluppo parallelo delle lettere greche e italiane ». Scopo della collana è «occuparsi dei rapporti culturali italo-ellenici sviluppatisi a Roma, a Venezia, a Firenze così come ad Atene, a Creta e nelle Isole dell’Egeo, mettendo in risalto le tracce del comune cammino culturale».

 

(Gabriella Macrì)


¬ top of page


Iniziative
24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

18 giugno 2018
Libri recensibili per luglio 2018

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

4 maggio 2018
Incontro con Stefano Carrai

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

9 aprile 2018
Scaffai: "Letteratura e Ecologia" al Vieusseux

7 aprile 2018
Reading di poesia guidato da Caterina Bigazzi

5 aprile 2018
Incontro con Eraldo Affinati

3 marzo 2018
La poesia dei nuovi italiani. Con Barbara Serdakowski, in ricordo di Hasan

2 marzo 2018
Incontro con Grazia Verasani - annullato

27 febbraio 2018
Ceppo Internazionale ad André Ughetto - Firenze 27/2 ore 16

2 febbraio 2018
Ricordo di Hasan Atiya al-Nassar-Firenze

23 gennaio 2018
Mostra riviste poesia - Firenze Marucelliana

25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398