Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

RAFFAELLO BALDINI, Intercity, Torino, Einaudi 2003, pp. 146, € 13,00.

 

«What if there’s no God and you only go around once and that’s it?». La questione di fondo che Woody Allen ammannisce di continuo e nei modi più impensati nei suoi film attraverso gli apparenti tic e le fisime dei suoi personaggi agli spettatori, suscitandone le risa, è la stessa di Raffaello Baldini. Nel grande poeta in romagnolo però la domanda fondamentale sul senso ultimo dell’esistenza, pur avvalendosi della stessa ‘subdola’ strategia del cineasta newyorkese, cioè ammantare di comicità e ilarità l’irrefrenabile logorrea dei protagonisti ovvero dell’io lirico e incidere e segnare permanentemente e in profondità la carne dei riceventi con l’anestetico del riso, raramente viene espressa così pacchianamente – è il medium stesso della letteratura a impedirlo, evitando la stucchevolezza. Ma cosa si può dire ancora del lavoro di Raffaello Baldini che non suoni come una ripetizione? Recente è la pubblicazione a cura di Giuseppe Bellosi e Manuela Ricci del densissimo volume Lei capisce il dialetto? (Longo Editore, Ravenna), che ha raccolto quanto di meglio la grande critica ha prodotto sul poeta di Santarcangelo in occasione del conferimento a questi della cittadinanza onoraria di Ravenna. Eppure si può dire che nella sua ultima raccolta Intercity Baldini si confronti in quasi ogni componimento ancora più pressantemente che in passato con quella radicale e impellente questione di fondo, spesso spezzando il caratteristico e naturale endecasillabo in versi brevissimi, con domande improvvise senza risposte: «chi è ch’u m’avrà ciamè » (‘chi è che m’avrà chiamato’), «cs’èll ch’a i arspònd?» (‘cosa gli rispondo’); constatazioni angoscianti che rimangono in sospeso: «quèsta, t’ si da par tè» (‘questa, sei da solo’), «l’è un’élta roba, mè» (‘è un’altra cosa, io’); o con la supplica intimante allo scopo di ascoltare per capire/ carpire un eventuale senso: «sta un pó zetta» (‘sta’ un po’ zitta’). Ma la risposta alla questione non può essere che quella di sempre («mo niséun u m’arspònd, / e’ Signòur e’ sta zett, a zcòrr sno mè», ‘ma nessuno mi risponde, / il Signore sta zitto, parlo solo io’; «mo a n tróv», ‘non trovo’; «u ngn’è gnénca l’inféran, u n gn’è gnént», ‘non c’è neanche l’inferno, non c’è niente’), ma più insistita e con un’angoscia elevata all’ennesima potenza del tragicomico e di un assurdo giocoso: proposte di allungare la vita trasformando i ricordi e il passato, l’unica cosa che si possiede in quanto uomini, nel pensiero del futuro e delle cose da farsi; ribaltando il pensiero della morte sugli altri già morti; aumentandosi l’età invece di diminuirsela in una sorta di prenotazione di possibili anni da vivere; trastullandosi col pensiero di quanto sarebbe potuto essere e non è stato. Dunque solo un riso ‘incosciente’ si può opporre al nichilismo che si sommerge bloccato in immagini e farfugliamenti memorabili («ve’, l’è un campsènt ad melarènzi tòcchi», ‘ve’, è un camposanto di arance toccate’; «basta, a n ví savài gnént», ‘basta, non voglio saper niente’)? Forse no. Baldini sembra voler offrire ai suoi simili, oltre il partecipato com-patimento che da sempre lo contraddistingue, una sorta di consolazione anti-leopardiana, seppur transeunte, col poemetto Ignurènt [ignorante], dai rari e intensi toni lirici, in cui la sera della natura attraverso l’aria estiva del bosco sembra riempirsi di compassione per tutto l’essere: «la è tl’aria, l’è una roba, ècco, l’è / dla cumpasiòun, sé, l’è cmè che la sàira / la apa cumpasiòun, / li, la sàira, / ad chè? ad chéi? ad tótt» (‘è nell’aria, è una cosa, ecco, è / della compassione, sì, è come se la sera / abbia compassione, / lei, la sera, / di che? di chi? di tutto’). E se la dimensione naturalmente orale e teatrale della scrittura di Baldini, che ha contribuito a riconciliare non solo in Romagna il grande pubblico con la poesia (piazze e teatri esauriti a ogni lettura-spettacolo del poeta o del suo istrione, l’attore Ivano Marescotti), forse andrebbe sottolineata anche quella potenzialmente cinematografica. Certi poemetti con il loro rutilante succedersi di flash-backs e di cambi di scena sono storie e drammi che scorrono visivamente, ‘a pellicola’, davanti al lettore/ ascoltatore: sceneggiature in nuce per film universali.

 

Giovanni Nadiani


¬ top of page


Iniziative
13 maggio 2022
Carteggio Ripellino-Holan su Semicerchio. Roma 13 maggio

10 maggio 2022
Recensibili 2022

26 ottobre 2021
Nuovo premio ai traduttori di "Semicerchio"

16 ottobre 2021
Immaginare Dante. Università di Siena, 21 ottobre

11 ottobre 2021
La Divina Commedia nelle lingue orientali

8 ottobre 2021
Dante: riletture e traduzioni in lingua romanza. Firenze, Institut Français

21 settembre 2021
HODOEPORICA al Festival "Voci lontane Voci sorelle"

27 agosto 2021
Recensibili 2021

11 giugno 2021
Laboratorio Poesia in prosa

4 giugno 2021
Antologie europee di poesia giovane

28 maggio 2021
De Francesco: Laboratorio di traduzione da poesia barocca

28 maggio 2021
Le riviste in tempo di pandemia

21 maggio 2021
Jhumpa Lahiri intervistata da Antonella Francini

11 maggio 2021
Hodoeporica. Presentazione di "Semicerchio" 63 su Youtube

7 maggio 2021
Jorie Graham a dialogo con la sua traduttrice italiana

23 aprile 2021
La poesia di Franco Buffoni in spagnolo

16 aprile 2021
Filologia della canzone: presentazione di "Like a Rolling Stone" di M.G. Mossa

22 marzo 2021
Scuola aperta di Semicerchio aprile-giugno 2021

28 dicembre 2020
Bandi per collaborazione con Semicerchio e Centro I Deug-Su

20 novembre 2020
Pietro Tripodo Traduttore: presentazione online di Semicerchio 62

19 giugno 2020
Poesia russa: incontro finale del Virtual Lab di Semicerchio

1 giugno 2020
Call for papers: Semicerchio 63 "Gli ospiti del caso"

28 maggio 2020
Seminario di Andrea Sirotti sulla nuova Dickinson

22 maggio 2020
Seminario di Antonella Francini su AMY HEMPEL e LAUREN GROFF

30 aprile 2020
Laboratori digitali della Scuola Semicerchio

28 aprile 2020
Progetto di Riscrittura creativa della lirica trobadorica

8 dicembre 2019
Semicerchio a "Più libri più liberi"

6 dicembre 2019
Laura Pugno alla Scuola di Semicerchio

5 dicembre 2019
Convegno Compalit a Siena

4 dicembre 2019
Addio a Giuseppe Bevilacqua

29 novembre 2019
Maurizio Maggiani alla Scuola di Semicerchio

8 novembre 2019
Laboratorio di poesia: Valerio Magrelli

12 ottobre 2019
Semicerchio e LinguaFranca al Salon de la Revue di Parigi

27 settembre 2019
Reading della Scuola di Scrittura

25 settembre 2019
Ultimi giorni iscrizioni al Corso di scrittura creativa

20 settembre 2019
Incontro con Jorie Graham per l'uscita di "fast" (Garzanti)

19 giugno 2019
Addio ad Armando Gnisci

31 maggio 2019
I'M SO TIRED OF FLORENCE: READING MINA LOY

12 aprile 2019
Incontro con Marco Di Pasquale

28 marzo 2019
Sconti sul doppio Semicerchio-Ecopoetica 2018

27 marzo 2019
Semicerchio al Convegno di Narrazioni Ecologiche-Firenze

24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398