Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

RAYMOND FARINA

 

R. Farina, poeta e traduttore nato ad Algeri nel 1940, vissuto in Francia (dove si è laureato in filosofia) ed attualmente residente in una delle isole mascaregne, l’île de la Réunion, ha pubblicato suoi testi in prestigiose riviste francesi e francofone («Sud» «Europe», «La Nouvelle Revue Française», «La Revue de Belles Lettres», «Le Journal des poètes», «Po&sie», «Poésie présente») e italiane («Michelangelo», «L’area di Broca»). Ha pubblicato, dagli anni Ottanta, numerosissime raccolte, tra le quali menzioniamo: La prison du ciel (Rougerie, 1980), Le rêve de Gramsci (J.M. Laffont, 1981), Archives du sable (Rougerie, 1982), Fragments d’Ithaque (Rougerie, 1984), Anecdotes, (Rougerie, 1988), Epitola Posthumus (Rougerie, 1990, con la quale ha vinto il Premio Thyde Monnier nel 1991), Sambela (Rougerie, 1993), La sagesse des sables (Rougerie, 1996), Exercices (L’arbre à paroles, 2000). Ha tradotto, dall’inglese: S. Dubroff, D. Levertov, E. Pound, J. Rothenberg, W. Stevens; dallo spagnolo: M. V. Atencia, L. A. de Cuenca, C. Janes; dal portoghese, N. Judice, C. Nejar, A. O’Neill, A. Osorio; dall’italiano: A. Anedda, M. Bettarini, V. Lamarque, V. Magrelli, G. Raboni, A. Zanzotto e, in collaborazione con B. Farina, Margherita Guidacci e Vittorio Sereni.

 

In occasione dell’uscita di una sua antologia in Italia dal titolo Italiques (1980-1995), con traduzione a cura di E. Coco (Murcia-Foggia, «I quaderni della valle», n. 42, 2003, pp. 87; collezione non in vendita, a tiraggio limitato: emilio.coco@tiscali.it), presentiamo una trilogia, tra gli inediti da lui proposti a «Semicerchio», ispirata al Libro di Giona.

 

 

I

 

«C’est ce que j’ai prévu d’abord & c’est

pour cela que j’ai fui à Tharsis».

(Jonas, 4, 2)(1)

 

Je ne veux pas porter

ce moi trop grand pour moi

je veux un moi modeste

avec un cœur léger

qui ne se dédit pas

ni ne se contredit

- n’ayant rien à prouver

& n’ayant rien promis –

 

un moi qui cache en lui

ses saisons ses repères

sa magique chronologie

qui fait dimanche d’un lundi

qui fait de la lune soleil

& désordonne son trajet

selon ses frivoles critères

 

Voilà pourquoi j’ai décidé

fantôme fluide insaisissable

d’échapper à ce rôle

de fuir au lieu de faire

 

 

 

(1) [N.d.T.: “Propter hoc praeoccupavi ut fugerem in Tharsis” (Vulgata)].

 

 

 

II

 

Mais quelle faute ai-je commise?

 

Un trop de clairvoyance

qui m’a fait percevoir

ce qui se passerait

dans l’ordre monotone

où vous seriez colombe

messagère de mort?

 

L’audace d’avoir congédié

les tutelles de toutes sortes

ou celle plus grave encore

d’avoir voulu mettre à l’épreuve

celui qui croyait m’éprouver

d’avoir eu dans mes plans

son échec & le mien

d’avoir cherché la solution

quand il fallait chercher la paix?

 

 

III

 

Dois-je m’en prendre au lierre

qui me faisait de l’ombre?

ne dois-je pas le plaindre

d’avoir perdu la vie

quand moi j’ose me plaindre

d’avoir perdu son ombre?

 

Dois-je m’en prendre au ver

ou m’en prendre à celui

qui le mit dans le lierre

infime grain de mort?

 

Dois-je m’en prendre à moi

qui me suis dévoyé

pour que ma voie ma vie

demeurent vraiement miennes?

 

I

 

Non m’affrettai per questo a fuggire a Tharsis?

(Giona, 4, 2)

 

 

Non intendo portare

questo me per me troppo grande

è un modesto me che voglio

col cuore leggero

che mai si disdice

né si contraddice

che non ha da dar prove

né da tener promesse –

 

un me che in sé nasconde

le sue stagioni i riferimenti

la magica cronologia

che fa domenica d’un lunedì

e della luna il sole

& aberra dal tragitto

con frivoli criteri

 

Ed è perché ho deciso

fluido fantasma imponderabile

di scampare a quel ruolo

e, anziché fare, fuggire.

 

 

 

 

 

 

 

 

II

 

Ma che colpa ho mai commessa?

 

Un eccesso di veggenza

che mi ha fatto indovinare

quel che accadrebbe

nell’ordine monotono

in cui colomba sareste

messaggera di morte?

 

L’audacia d’aver congedato

tutele d’ogni sorta

o quella ancor più grave

d’aver voluto mettere alla prova

colui che provarmi credeva

d’aver avuto nei miei piani

la mia & la sua sconfitta

d’aver cercato la soluzione

dove è la pace che si chiedeva?

 

 

III

 

Dovrei rifarmela con l’edera

che mi faceva ombra?

Dovrei rimproverarla

d’aver perso la vita

se io stesso mi rimprovero

d’averne perso l’ombra?

 

Dovrei rifarmela col verme

o rifarmela con chi

lo mise dentro all’edera

seme infimo di morte?

 

Dovrei rifarmela con me

che ho da me deviato

perché la via e la vita

restino mie davvero?

 

 

[Trad. di M. Landi]

 


¬ top of page


Iniziative
25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

8 dicembre 2017
Semicerchio a Più Libri più Liberi

30 settembre 2017
Lettura per i 30 anni di Semicerchio

1 settembre 2017
Iscrizioni Scuola di scrittura creativa

30 agosto 2017
Festival di Poesia "Voci lontane voci sorelle" - Firenze, 30/8-6/10

25 maggio 2017
In memoria di Max Chiamenti

10 marzo 2017
La Compagnia delle poete alla scuola di Semicerchio

1 marzo 2017
30 anni di SC: lectio di Jesper Svenbro a Siena

28 febbraio 2017
30 anni di SC: dibattito sulla post-poesia a Siena

11 febbraio 2017
Ricordo di Gabriella Maleti

10 febbraio 2017
Maurizio Cucchi alla Scuola di Semicerchio

31 gennaio 2017
Volumi in recensione 2017: call for reviews

27 gennaio 2017
Antonio Moresco alla Scuola di Semicerchio

24 dicembre 2016
Bando del Premio di poesia Achmadoulina

10 dicembre 2016
Semicerchio su Bob Dylan alla Fiera di Roma

9 dicembre 2016
Incontro con Stefano Dal Bianco

25 novembre 2016
Letteratura e cinema: incontro con Massimo Gaudioso

18 novembre 2016
Incontro con Wu Ming 2 alla Scuola di Scrittura Creativa

1 novembre 2016
Addio a Remo Ceserani

13 ottobre 2016
Il Nobel per la letteratura a Bob Dylan

9 settembre 2016
Presentazione di "The Mechanic Reader" a Venezia

1 luglio 2016
La poesia italiana in prospettiva plurilingue - Paris 1 luglio 2016

10 giugno 2016
Lettura della Scuola Semicerchio alle Oblate

22 aprile 2016
Corso di sceneggiatura di film letterari

18 aprile 2016
Incontri e Agguati. Per Milo De Angelis

25 febbraio 2016
Incontro con SERGEJ ZAV’JALOV - Premio Bigongiari

11 dicembre 2015
Incontro con Nicola Lagioia

4 dicembre 2015
Incontro col narratore Giorgio Vasta

27 novembre 2015
Incontro con Alessandro Fo

13 novembre 2015
Incontro con Sauro Albisani

24 settembre 2015
La Cucina Poetica di Semicerchio a Siena

22 maggio 2014
25 anni di Scuola di Scrittura Creativa - i video

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398