Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

TESTO A FRONTE, semestrale di teoria e pratica della traduzione letteraria, 28, I semestre 2003, Milano, Marcus y Marcus, pp. 281, € 13,80.

 

L’umanista fiorentino Giannozzo Manetti fu il primo a riunire le vite delle ‘tre corone’ in un trittico composto in latino nel 1440, le Vitae trium illustrium poetarum florentinorum. Le biografie manettiane di Dante, Petrarca e Boccaccio occupano quasi la metà di questo volume di Testo a fronte, qui riproposte in originale e nella traduzione curata da Stefano Baldassarri. Baldassarri ci guida alla lettura di questo testo rimandando, nelle note, alle fonti a cui Manetti attingeva, sottolineando i pregi dell’opera in ambito umanistico ed i limiti del suo stile, sempre tendente alla celebrazione e all’elogio, spesso altisonante e ampolloso. Nella seconda parte del volume troviamo la traduzione di alcuni testi del poeta neolatino Domizio Falcone a cura di Flavio Santi. Fra i saggi si segnala lo studio di Bruno Osimo sugli aspetti psicologici della traduzione: l’interpretazione percettiva del testo originale, gli effetti del passaggio del testo attraverso la mente del traduttore e i meccanismi di difesa che si attivano in fase di revisione del testo. Joseph Farrell disputa fra traduzione fedele o adattamento del testo drammaturgico portando ad esempio, fra l’altro, il casodelle versioni inglesi di opere di Dario Fo. I saggi si chiudono con uno scritto di Aldous Huxley sulla diversa ricezione di Poe in Francia, dove è considerato un grande poeta, ed in Inghilterra, dove non passano inosservate le sue ‘volgarità’ stilistiche e la sua ipermusicalità; un intervento sulla  sordità alla poesia di Montale in area germanofona accompagnato da traduzioni (v. a questo proposito Semicerchio, n. XVI-XVII ); e il commento di Lawrence Venuti alla sua traduzione della poesia di Antonia Pozzi (di cui si pubblica una breve scelta) tesa a legare la scrittrice italiana alla tradizione delle poetesse moderniste di lingua inglese, da Mina Loy a Lorine Niedecker. Nel quaderno di traduzioni testi di Carloyn Forché, Sigfried Sassoon, Fernando Pessoa, C.K. Williams, David Jones, Carol Ann Duffy, E.E. Cummings e Matthew Rohrer.

 

[Antonella Francini]

 

 

 

 

MANTIS, journal of poetry, criticism and translation, n. 2 (2001) e n. 3 (2002), Stanford University (English Department), Usa. E-mail: mantispoetry@hotmail.com

 

Nata dal «desiderio di facilitare la conversazione fra scrittori diversi impegnati nella pratica della poesia e della poetica», Mantis intende celebrare la molteplicità di approcci e voci senza nette divisioni fra creatività, critica e performance. Se il tema del primo numero di questa neonata rivista era Poesia e Comunicazione, quelli del secondo e del terzo sono rispettivamente Poesia e Traduzione e Poesia e Performance. I numerosi contributi raccolti nel volume del 2001 sollecitano la discussione sul tradurre da più prospettive affrontando varie problematiche, dall’autotraduzione alla scrittura bilingue. Nella ricchezza del materiale presentato, spesso relativo al passaggio da lingue meno note all’inglese, si segnalano due lettere inedite di Robert Duncan sul tradurre Rilke, saggi sulle traduzioni di poeti irlandesi (incluso il Beowulf di Heaney), sui traduttori francesi di Hölderlin, sul rapporto fra traduzione e guerra in Cathay di Pound. Si segnala inoltre l’autotraduzione di Lev Loseff di una sua poesia dedicata a Brodskij, le trascrizioni di una tavola rotonda sul tema del numero (fra i partecipanti il poeta cinese Bei Dao ed il suo traduttore) e di una conversazione fra Robert Hass e Czeslaw Milosz. La presentazione dei due tomi di The Encyclopedia of Literary Translation into English completa il numero. Altrettanto interessante il volume del 2002, anche per l’originalità della discussione in sede accademica della performance poetica qui affrontata, oltre che in teoria, anche in pratica grazie al bellissimo CD che correda la pubblicazione. Si leggono, oltre a diversi testi concepiti per la rappresentazione, saggi sulla ricezione ‘attiva’ del testo da parte del lettore-spettatore, su uno sperimentalissimo «Silent Poetry Reading» e sulla slam poetry come fenomeno culturale che innesta dinamiche politiche nell’incontro  fra i performers in prevalenza afro-americani e l’audience in prevalenza bianca e middle-class. Si partecipa a stimolanti dibattiti sul tema del numero e sull’interazione fra poesia, teatro, musica ed arti figurative (ad esempio: Joy Harjo che conversa con la pittrice C.H. Rodriguez), ad interviste a poeti performativi e a close readings di testi. Un’analisi della lettura nel CD di Yusef Komunyakaa e del poeta-musicista Nathaniel MacKey accompagnati dal jazzista Hamiett Blueitt ci introduce direttamente all’ascolto del disco  che propone un’ampia varietà di performance di altissimo livello, mediate dalla lirica, dal rock, dalla musica elettronica, dal jazz o da sperimentazioni vocali: un modo nuovo (o antico?) di avvicinarsi alla poesia come interazione fra suono e senso. Mantis ci porta nel vivo della poesia americana contemporanea, assai più articolata e problematica di quanto appaia dalle sporadiche e fortuite pubblicazioni italiane di singoli autori.

 

[Antonella Francini]

 

 

 


¬ top of page


Iniziative
31 maggio 2019
I'M SO TIRED OF FLORENCE: READING MINA LOY

12 aprile 2019
Incontro con Marco Di Pasquale

28 marzo 2019
Sconti sul doppio Semicerchio-Ecopoetica 2018

27 marzo 2019
Semicerchio al Convegno di Narrazioni Ecologiche-Firenze

24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

18 giugno 2018
Libri recensibili per luglio 2018

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

4 maggio 2018
Incontro con Stefano Carrai

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

9 aprile 2018
Scaffai: "Letteratura e Ecologia" al Vieusseux

7 aprile 2018
Reading di poesia guidato da Caterina Bigazzi

5 aprile 2018
Incontro con Eraldo Affinati

3 marzo 2018
La poesia dei nuovi italiani. Con Barbara Serdakowski, in ricordo di Hasan

2 marzo 2018
Incontro con Grazia Verasani - annullato

27 febbraio 2018
Ceppo Internazionale ad André Ughetto - Firenze 27/2 ore 16

2 febbraio 2018
Ricordo di Hasan Atiya al-Nassar-Firenze

23 gennaio 2018
Mostra riviste poesia - Firenze Marucelliana

25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398