Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

ANITA PIEMONTI e MARINA POLACCO (a cura di), Sogni di carta. Dieci studi sul sogno raccontato in letteratura, 206 pp., € 10,85;

PAOLO ZANOTTI, Il giardino segreto e l’isola misteriosa. Luoghi della letteratura giovanile, 157 pp., € 9,30. Coll. «Cartografie dell’immaginario», Firenze, Le Monnier, 2001.

 

I volumi in questione della collana di saggi diretta da R. Ceserani si caratterizzano per una ‘contiguità’ non tanto nella loro successione editoriale, quanto nei temi trattati, che si inquadrano nell’ambito suggestivo quanto complesso di una «cartografia dell’immaginario». La metafora geografica – o geopoetica come talvolta la si definisce oggi – è un richiamo archetipico all’itinerarium mentis della modernità: una ‘toponomastica’ della soggettività sdoppiata e segnata dalle tracce di un percorso erratico dell’Io verso la propria agnizione. Il primo volume prende forma, come Ceserani e Lavagetto annunciano in premessa, da una ricerca, comune a diverse Università italiane, che «si pone quale scopo l’analisi del sogno come microtesto narrativo» nel romanzo europeo moderno, dove l’interpretazione dei sogni freudiana costituisce un presupposto ineludibile benché, per certi aspetti, sorpassato. Si tratta di osservare come il sogno – in qualità di scrittura involontaria e tuttavia, per così dire, differita – condizioni il testo ‘intenzionale’ e con esso interagisca offrendo varie modalità e vari livelli di contaminazione tra la coscienza vigile e il somnium. Di qui, l’analisi di produzioni ‘intermedie’ tra lo statuto letterario e quello onirico come il delirio, la visione, il racconto fantastico o il sogno inventato. L’assunto centrale (per la sua complessità teorica) resta, a buon diritto, quello del sogno raccontato (cui Valéry non volle, come ricordano i curatori nell’introduzione, attribuire alcuna sovra determinazione rispetto al récit tout court) in qualità di statuto mediano tra il sogno vissuto e la sua necessaria transcodifica verbale e scritturale. Il titolo stesso, «sogni di carta», pare riallacciarsi indirettamente ad una matrice biblica in cui il processo onirico altro non sarebbe che la ‘metabolizzazione’ individuale di una verità custodita e mai ‘decodificata’ (si ricorderà l’archetipo della pergamena inghiottita in Ezechiele o l’Accipe librum et devora illum dell’Apocalisse). L’impostazione comparatistica fornisce al tema una molteplicità di approcci, che testimoniano sia dell’esistenza di un «codice culturale » proprio ad ogni transcodifica sia di un inconscio collettivo che sottende alla verità sognata ed inespressa. Così si troveranno accanto autori diversi per ispirazione, tempi e luoghi, come Walser, la Morante e Yehoshua o Dumas e Grillparzer; nonché diversi generi, che vanno dal romanzo al feuilleton, dal teatro al giallo, dall’Ottocento alla contemporaneità. Contigua per vari aspetti è, come si è detto, l’opera di Zanotti, incentrata sul tema suggestivo di una geografia dell’interiorità giovanile tra le tentazioni di un ubi consistam e di un hortus conclusus e quelle di una fuga salvifica verso i «verts paradis» (o i «green worlds») di una vita anteriore. È questo, pare, lo statuto duplice dei luoghi della letteratura giovanile indagati in quest’opera in cui il sogno, talvolta realmente vissuto, talaltra ricreato, assolve una funzione di prim’ordine. L’autore menziona un libro della contessa di Ségur, dal titolo Le disavventure di Sophie, del 1859, in cui «compare in sogno la scelta evangelica tra le due vie sotto forma di un giardino lussureggiante del male e di uno squallido giardino del bene». E Zanotti sottolinea che se l’immagine del giardino e dell’isola sono per certi aspetti sovrapponibili (inquantoché spazi conchiusi dell’‘interiorità’), tuttavia la seconda implica uno ‘sforzo’, ovvero un percorso iniziatico verso un altrove ignoto, e perciò facilmente identificabile con il Male. Seguendo un duplice percorso, progressivo (l’acquisizione dell’età adulta) e regressivo (il nostos verso i giardini d’infanzia), si confrontano i due vissuti complementari della scoperta (l’avventura) e della rivisitazione (il ritorno). Un’analisi approfondita dei romanzi per la gioventù così come dei contes des fées o dei romances rivela infatti la continua osmosi tra il sogno vissuto e il sogno ricreato e simbolizzato, così come tra i luoghi dell’infanzia e quelli dell’età adulta. Dal giardino dell’Alice di Lewis Carrol nei versi di Eliot a quello di Spenser; dagli eroi di Verne al Robinson di Tournier, dalla tradizione cortese medievale a Edgar Allan Poe, i percorsi immaginari si intrecciano con effetti di grande suggestione.

 

 

(Michela Landi)


¬ top of page


Iniziative
19 giugno 2019
Addio ad Armando Gnisci

31 maggio 2019
I'M SO TIRED OF FLORENCE: READING MINA LOY

12 aprile 2019
Incontro con Marco Di Pasquale

28 marzo 2019
Sconti sul doppio Semicerchio-Ecopoetica 2018

27 marzo 2019
Semicerchio al Convegno di Narrazioni Ecologiche-Firenze

24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

18 giugno 2018
Libri recensibili per luglio 2018

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

4 maggio 2018
Incontro con Stefano Carrai

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

9 aprile 2018
Scaffai: "Letteratura e Ecologia" al Vieusseux

7 aprile 2018
Reading di poesia guidato da Caterina Bigazzi

5 aprile 2018
Incontro con Eraldo Affinati

3 marzo 2018
La poesia dei nuovi italiani. Con Barbara Serdakowski, in ricordo di Hasan

2 marzo 2018
Incontro con Grazia Verasani - annullato

27 febbraio 2018
Ceppo Internazionale ad André Ughetto - Firenze 27/2 ore 16

2 febbraio 2018
Ricordo di Hasan Atiya al-Nassar-Firenze

23 gennaio 2018
Mostra riviste poesia - Firenze Marucelliana

25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398