Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

I miosotìs, Edizioni d’If, Napoli, 2002/ 2003 (via Lungo Gelso a Toledo 53/a 80132 Napoli, e-mail: edizioni.dif@libero.it).

 

Questa collanina di ‘fiori di carta’, secondo quel che indica miosotìs, meno esoticamente ‘nontiscordardime’, si descriverebbe rapidamente come una collana di tutte ‘plaquettes’, smilzi volumetti a prezzi compresi tra i tre ed i sei euro. Non fosse però che dell’eleganza semiclandestina della plaquette i libricini escogitati da Nietta Caridei hanno soltanto le curate fattezze. La ‘scola’ di autori rappresentata è sufficientemente coesa, la trasmissione editoriale buona, per autorizzare, o in alcuni casi forzare, una visione sufficientemente militante della collezione. Dei testi in prosa non diremmo nulla se non fosse che la riflessione di Gabriele Frasca intitolata alla moschettiera Vent’anni di fermo volere, perché l’autore, presentando  la nuova versione (riscritta) in formato e-book di quel suo primo romanzo (1987, ora www.lettoricreativi.com), facendo autocommento, insieme soprattutto fornisce, in quanto miosotìs n. 1, la carta de batalla per il resto. La difesa   promozione dell’e-book, supporto librario democratico e gratuito, colloca infatti implicitamente i libricini a basso costo della collana in una dimensione intermedia tra monumentalità editoriale e la nuova oralità della scrittura web, dimensione nella quale, tra le due opzioni, essi si troverebbero nettamente più vicini alla seconda. In tal senso perfino ‘civettuole’ sembrano le quartine SMS di Bruno di Pietro, uno pseudo-caproni compresso sul minischermo/pagina del telefonino (stessa vena nell’altra raccoltina, Futuri lillà, ma con in meno la freschezza della contrainte cellulare). Della bisbetica merrywife Penelope, mito rivisitato in forma di monologo teatrale di Rosaria Lo Russo si dà conto qui a parte, e una voce altrettanto idiomatica e corposa è quella degli Sparigli marsigliesi (passar d’imago in mago fra i tarocchi) di Mariano Bàino, che tra gerghi e dialetti fornisce al solito il meglio di sé. Su questi ‘neo-gliuòmmeri’ vergati sulle celebri carte, interviene Andrea Cortellessa, che doppia il volume con un raffinato divertimento critico in cui, tra il ricordo di uno scopone e i tarocchi di Calvino, insomma incanagliendo e elzevirando, si evidenzia il carattere insieme popolare («la ribalda autonomia del significante») e araldicamente alto (per nobiltà di tradizione) della lingua reinventata da Bàino. Una oralità molto diversa è quella della conversazione mondano intelligente («just a New-York conversation rattling in my phone») aperta a ‘spacchi’ di affettività, in Sag Harbor di Nicola Gardini. La forma sonetto taglia allusivamente la sostanza del vissuto, senza volontà di incidere (del sonetto si mantiene la definizione grafica per quartine e terzine, ma praticamente senza l’‘aggressione’ delle rime), sfumando anzi nella musa bianchissima e high fi della nostalgia («entravo quando mi piaceva / sbagliavo sentimento»). Rivolto quasi maniacalmente all’esecuzione è il coro-monologo stream di Tommaso Ottonieri, Coro da l’acqua, per voce sola, in cui ogni rappresentazione del ‘magma’, e soprattutto il lapsus, è in funzione di una liquida pronuncia madrigalesca («e degli spazî e illunescenti, e lèttrici...»). La banalissima locuzione presa per titolo della raccolta è la cellula musicale attorno alla quale sono costruiti molti testi di Chissà (poesie 1999-2000) di Giuliano Mesa. Secondo la tecnica dell’impromptu, e con la solita felicità prosodica e lessicale (si immagini quasi un petrarchismo meno selettivo), l’incalzare delle variazioni si bagna in un’aria di fado («qui una atmosfera, una saudade»), ricerca sugli intrecci (linguistici) di destino e trivialità («la sacca, la risacca, il vento, / il dove, il dove mai sarà»). La collusione col web è infine ribadita dal libello dei 40 poeti per il 21 marzo 2003, poesie già in rete in occasione della giornata della poesia istituita dall’Unesco. La sua fragilità letteraria, più che giustificabile, dato lo statuto strettamente d’occasione, mette tuttavia in luce il limite del rapporto dei libretti con i supporti di rete. Quello che sta bene sugli schermi stenta a monumentalizzarsi nella pagina (il problema è semmai, vedi Frasca citato, quello di monumentalizzare gli schermi). Sembra insomma che questi fiori di carta, esaurite le figure ‘confidenziali’ delle periferiche del libro (tarocchi, SMS, fiori), potranno sfuggire al rischio di ‘origamizzarsi’ insistendo proprio sull’aspetto qualitativo di ‘scuola’, continuando a provocare interventi di scrittori di esperienze già tanto coese con licenza di invitare ‘ospiti eleganti’ (qui Gardini), staccando sequenze ‘finite’ da opere in movimento, facendo insomma, con tutto il bel coraggio che ci vuole, soprattutto libri (per libri, da libri, su libri: libri).

 

Fabio Zinelli


¬ top of page


Iniziative
5 dicembre 2019
Convegno Compalit a Siena

12 ottobre 2019
Semicerchio e LinguaFranca al Salon de la Revue di Parigi

27 settembre 2019
Reading della Scuola di Scrittura

25 settembre 2019
Ultimi giorni iscrizioni al Corso di scrittura creativa

20 settembre 2019
Incontro con Jorie Graham per l'uscita di "fast" (Garzanti)

19 giugno 2019
Addio ad Armando Gnisci

31 maggio 2019
I'M SO TIRED OF FLORENCE: READING MINA LOY

12 aprile 2019
Incontro con Marco Di Pasquale

28 marzo 2019
Sconti sul doppio Semicerchio-Ecopoetica 2018

27 marzo 2019
Semicerchio al Convegno di Narrazioni Ecologiche-Firenze

24 marzo 2019
Premio Ceppo: Semicerchio e Guccini a Pistoia

15 marzo 2019
Rosaria Lo Russo legge Sexton

6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

18 giugno 2018
Libri recensibili per luglio 2018

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

4 maggio 2018
Incontro con Stefano Carrai

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

9 aprile 2018
Scaffai: "Letteratura e Ecologia" al Vieusseux

7 aprile 2018
Reading di poesia guidato da Caterina Bigazzi

5 aprile 2018
Incontro con Eraldo Affinati

3 marzo 2018
La poesia dei nuovi italiani. Con Barbara Serdakowski, in ricordo di Hasan

2 marzo 2018
Incontro con Grazia Verasani - annullato

27 febbraio 2018
Ceppo Internazionale ad André Ughetto - Firenze 27/2 ore 16

2 febbraio 2018
Ricordo di Hasan Atiya al-Nassar-Firenze

23 gennaio 2018
Mostra riviste poesia - Firenze Marucelliana

25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398