Home-page - Numeri
Presentazione
Sezioni bibliografiche
Comitato scientifico
Contatti e indirizzi
Dépliant e cedola acquisti
Links
20 anni di Semicerchio. Indice 1-34
Norme redazionali e Codice Etico
The Journal
Bibliographical Sections
Advisory Board
Contacts & Address
Saggi e testi online
Poesia angloafricana
Poesia angloindiana
Poesia americana (USA)
Poesia araba
Poesia australiana
Poesia brasiliana
Poesia ceca
Poesia cinese
Poesia classica e medievale
Poesia coreana
Poesia finlandese
Poesia francese
Poesia giapponese
Poesia greca
Poesia inglese
Poesia inglese postcoloniale
Poesia iraniana
Poesia ispano-americana
Poesia italiana
Poesia lituana
Poesia macedone
Poesia portoghese
Poesia russa
Poesia serbo-croata
Poesia olandese
Poesia slovena
Poesia spagnola
Poesia tedesca
Poesia ungherese
Poesia in musica (Canzoni)
Comparatistica & Strumenti
Altre aree linguistiche
Visits since 10 July '98

« indietro

PIERLUIGI CAPPELLO, Dentro Gerico, Presentazione di Giovanni Tesio, Tavola di Sergio Toppi, La barca di Babele, 8, Circolo Culturale di Meduno, 2002, pp. 63, s.i.p.

 

Dentro Gerico segna una svolta importante nella produzione in italiano di Pierluigi Cappello (Gemona 1967), in quanto, dopo le sperimentazioni dell’esordio ne Le nebbie (1994) e l’originalità di temi e ritmi evidenziata in La misura dell’erba (1998), avvia una nuova stagione poetica. Il libro s’impone alla riflessione per il perfetto equilibrio tra la densità delle tematiche, radicate in un’esperienza biografica lacerante, e la saldezza dell’architettura formale, cifra stilistica di misura quasi classica, funzionale alla necessità di contenere – e dominare – in versi quell’esperienza (come ha rilevato Alessandro Fo, che in questo stesso Semicerchio, dedica un paragrafo del suo saggio a quest’autore, e evidenzia il rapporto tra il dramma esistenziale e un’inusuale e coinvolgente rilettura degli antichi). In Dentro Gerico si compie l’itinerario dell’io, che, forzatamente immobile dentro le mura della ‘sua’ città, combatte ogni giorno una dura battaglia («qui resistere significa esistere») per non cedere all’urto della realtà. In versi dove l’elemento visivo è preminente (G.Tesio), perché solo con gli occhi il poeta si appropria di una realtà che il suo stato gli preclude, le parole ‘vedono’ e registrano quest’atonia della sensibilità e il senso di vuoto che ne deriva. Ma l’io lirico sa aprire nuove brecce dentro il carcere di una condizione trasfigurata a mezzo di metafore stranianti («nottata di crocifissi, in fiamme»), preludio al «culmine di spasimo» a cui un dio capriccioso lo ha incatenato, smarrito Prometeo dei nostri giorni (Isola). Sa scorgere i segni di salvezza provenienti dall’esterno: tracce labili, come il fischio di un passante, perché è «raro sentire fischiare / o fischiettare / se qualcuno lo fa / l’aria sembra fargli spazio / ti sembra che un refolo muova / la flora dei tuoi pensieri / ti metta dove prima non eri». L’illusione può mancare «e tu rientri dov’eri / dietro il douglas dei serramenti / dentro il livore / degli appartamenti» (Gerico). Ma se le parole sono occhi che «non vedono mai abbastanza» (Voce sola), esse riescono a perforare la sordità della materia. Perché l’io lirico sa guardare le cose con lo sguardo di un bambino e ritrovare negli spazi del ricordo, e più in quelli del desiderio, il suo Pequod e «le murate delle navi» che oscuravano i cieli dell’infanzia. Una sinestesia rimbaudiana di «azzurri mai uditi» congiunge ieri e oggi, e quegli azzurri colorano le visioni de Le notti calde e gli alisei, la cui collocazione finale nella silloge, sembra indicare una via di fuga nell’avventuroso viaggio di chi affida alla parola («Libro e libero sono una cosa») il compito di trovare il conforto di marine «rade dove saldi si alzano i desideri / finché non scivolerà via dai sogni / l’impronta di quei sogni...».



(Anna De Simone)


¬ top of page


Iniziative
6 febbraio 2019
Incontro sulla traduzione poetica -Siena

25 gennaio 2019
Assemblea sociale e nuovi laboratori

14 dicembre 2018
Incontro con Giorgio Falco

8 dicembre 2018
Semicerchio a "Più Libri Più Liberi" Roma

6 dicembre 2018
Semicerchio issue on MIGRATION AND IDENTITY. Call for papers

16 novembre 2018
"Folla delle vene" di Iacuzzi a Semicerchio

12 ottobre 2018
Inaugurazione XXX Corso di Poesia con Franco Buffoni

7 ottobre 2018
Festa della poesia a Montebeni

30 settembre 2018
Laboratorio pubblico di Alessandro Raveggi a Firenze Libro Aperto

23 settembre 2018
Mina Loy-Una rivoluzionaria nella Firenze dei futuristi -Villa Arrivabene

22 settembre 2018
Le Poete al Caffé Letterario

6 settembre 2018
In scadenza le iscrizioni ai corsi di scrittura creativa 2018-19

5 settembre 2018
Verusca Costenaro a L'Ora blu

18 giugno 2018
Libri recensibili per luglio 2018

9 giugno 2018
Semicerchio al Festival di Poesia di Genova

5 giugno 2018
La liberté d'expression à l'épreuve des langues - Paris

26 maggio 2018
Slam-Poetry al PIM-FEST, Rignano

19 maggio 2018
Lingue e dialetti: PIM-FEST a Rosano

17 maggio 2018
PIM-FEST: il programma

8 maggio 2018
Mia Lecomte a Pistoia

4 maggio 2018
Incontro con Stefano Carrai

2 maggio 2018
Lezioni sulla canzone

9 aprile 2018
Scaffai: "Letteratura e Ecologia" al Vieusseux

7 aprile 2018
Reading di poesia guidato da Caterina Bigazzi

5 aprile 2018
Incontro con Eraldo Affinati

3 marzo 2018
La poesia dei nuovi italiani. Con Barbara Serdakowski, in ricordo di Hasan

2 marzo 2018
Incontro con Grazia Verasani - annullato

27 febbraio 2018
Ceppo Internazionale ad André Ughetto - Firenze 27/2 ore 16

2 febbraio 2018
Ricordo di Hasan Atiya al-Nassar-Firenze

23 gennaio 2018
Mostra riviste poesia - Firenze Marucelliana

25 dicembre 2017
Addio ad Hasan Atiya al-Nassar

15 dicembre 2017
Antonella Anedda alla scuola di "Semicerchio"

» Archivio
 » Presentazione
 » Programmi in corso
 » Corsi precedenti
 » Statuto associazione
 » Scrittori e poeti
 » Blog
 » Forum
 » Audio e video lezioni
 » Materiali didattici
Editore
Pacini Editore
Distributore
PDE
Semicerchio è pubblicata col patrocinio del Dipartimento di Teoria e Documentazione delle Tradizioni Culturali dell'Università di Siena viale Cittadini 33, 52100 Arezzo, tel. +39-0575.926314, fax +39-0575.926312
web design: Gianni Cicali

Semicerchio, piazza Leopoldo 9, 50134 Firenze - tel./fax +39 055 495398